Ultimi articoli
Argomenti
Archivio
Blog

01.11.10

Intranet come piattaforma?

Serata danzanteScrivo poco su questo blog per tre motivi, il primo è che ne seguo altri tre (si è aggiunto ora Foursquare Italia), il secondo è che i miei interessi, personali e professionali, si stanno allargando verso altre tematiche e ho sempre meno tempo per leggere, il terzo è che mi capita di rado di incontrare qualcosa di veramente nuovo sul tema Intranet.
Oggi finalmente sono inciampato in un post molto interessante della "solita" Jane McConnell (solita perché è una delle poche voci interessanti su questi temi).
Nel post dal titolo "Platform, an actionable metaphor for the intranet" propone la metafora dell'"intranet come piattaforma" come mezzo per spiegare ai manager cosa sia un'intranet.

Quoto e vi rimando al suo post:

From communication platform...

"We achieved greater interest by positioning it as the key communications platform to deliver strategic and business messages."
"They are driving their messages onto the platform."

...to business platform

"They're now starting to see the benefits and potential of the intranet as a platform on which we can base all future internal web tools."
When the intranet became our production platform for collaboration senior management were naturally involved.

Pubblicato da roberto cobianchi
Segnala questo post | Permalink | Commenti (0) | Bookmark and Share
ARGOMENTI: enterprise 20 - organizzazione - strategia

19.10.10

Peter Wals sul ciclo di vita dell'intranet

CattedralePeter Walsh non scrive spesso su proprio blog, ma quando scrive è uno spettacolo. Da segnalare, se già non lo avete letto, l'ultimo post dello scorso 3 ottobre dal titolo "Boom and bust - the intranet life cycle".

Tra le altre cose interessanti che scrive vi segnalo questa che segue:

"What are the key factors in keeping an intranet sustainable?
* Establish what the intranet is for. Where intranets try to be everything to everyone with limited resources they are ensuring their own failure
* Be realistic in what you can do. Doing a few key things really well is always better than doing a lot of things badly
* Establish a road map for continuous improvement for your intranet using approaches such as kaizen
* Always look to the long term and avoid short term gains that cannot be sustained
* Manage content centrally
* Adopt the lean intranet philosophy"

Pubblicato da roberto cobianchi
Segnala questo post | Permalink | Commenti (0) | Bookmark and Share
ARGOMENTI: strategia

03.06.10

Intranet: modello concettuale di integrazione

AbstractLa questione dell'integrazione / unificazione di due o più intranet si pone soprattutto quando due o più aziende confluiscono sotto un'unica ragione sociale, per effetto di acquisizioni, di fusioni o di altre forme di incorporazione.

Nel guidare la reale integrazione dei processi e delle persone, l'unificazione delle intranet e la comunicazione interna sono risorse strategiche per far sì che la nuova direzione dell'azienda sia compresa e condivisa dal maggior numero di dipendenti.

Ma che tipo di architettura intranet occorre adottare, quando è necessario integrare i processi senza accorpare le aziende in una sola realtà societaria?

Continua ...

Pubblicato da roberto cobianchi
Segnala questo post | Permalink | Commenti (0) | Bookmark and Share
ARGOMENTI: intranet - strategia

17.04.10

Interactions, Engagement & Ecosystems

Media Edelman Digital.png"There are essentially three forms of digital engagement which can often overlap (engagement in a single initiative can include all three types) but each form can tend to dominate the experience. It's important to remember that the type of engagement is contextual to what a participant wants to accomplish." David Armano.
In pratica la relazione digitale tra persone si svolge su dimensioni differenti, con tipi di contenuto e di funzionalità differenti in base alla situazione.
E' la persona che decide in quale modo entrare in rapporto o mantenere la relazione perché il modo dipende da cosa sta facendo, dove si trova, cosa le interessa in quel momento, se è da sola o in compagnia.
Quale sfida si apre per le aziende che si affacciano o si muovono nel contesto digitale? Capire le esigenze dei suoi clienti e imparare a muoversi a 360°: è un ecosistema e non un insieme di canali!

Pubblicato da roberto cobianchi
Segnala questo post | Permalink | Commenti (0) | Bookmark and Share
ARGOMENTI: enterprise 20 - marketing - social - strategia - web 20

02.02.10

Dieci idee per il nuovo decennio

Punto di fuga n.2

"The bigger opportunity for clients, we believe, is to identify the global societal and tehcnologucal trends that are reshaping how we think, act and buy - and to pivot them early. Trends today tend to develop more slowly and are harder yo see, allowing clients to take a more thoughtful, thorough and systematic approach." Steve Rubel

L'unico modo per sintetizzare questo documento di Edelman dal titolo "10 Ideas For The New Decade" pubblicato da David Armano su slideshare sarebbe quello di tradurlo integralmente, quindi ve lo lascio da leggere :-)

Pubblicato da roberto cobianchi
Segnala questo post | Permalink | Commenti (0) | Bookmark and Share
ARGOMENTI: social - strategia

21.01.10

Social Networking in Government: Opportunità & Sfide

ConnessioniIl 66% delle agenzie governative utilizzano strumenti di social networking e il 65% di queste ne usano più di uno. Nel settore pubblico solo il 29% delle organizzazioni ancora non fa ancora uso di strumenti di social networking, mentre nel settore privato la percentuale scende al 15%.

Questo è solo uno dei molti dati interessanti pubblicati recentemente dallo Human Capital Institute in una ricerca dal titolo "Social Networking in Government: Opportunities & Challenges"

Dove siamo? Stati Uniti.

Altro che il nostrano e inutilissimo "E-government"!!!

Pubblicato da roberto cobianchi
Segnala questo post | Permalink | Commenti (0) | Bookmark and Share
ARGOMENTI: enterprise 20 - organizzazione - social - strategia - web 20

16.01.10

2010: l'Intranet che verrà

"...e dove ti aspettano già"Prevedere il futuro: è il sogno di tutti noi! Ma non è possibile e quindi accontentiamoci di fare previsioni "sensate" leggendo i dati che abbiamo sotto mano.

Per Toby Ward il futuro delle Intranet sarà caratterizzato così:
1. continuerà il dominio di SharePoint
2. IBM diventerà più aggressiva con WebSphere Portal
3. la presenza dei social media nell'intranet non sarà più un fatto innovativo ma diventerà un
4. (questa è bella non tradotta in italiano!) KISS - Keep It Simple Stupid
5. esternalizzare l'intranet sfruttando i servizi di hosting basati sul cloud computing
6. il termine "Portale" morirà definitivamente.

Sei d'accordo con Toby?

Pubblicato da roberto cobianchi
Segnala questo post | Permalink | Commenti (0) | Bookmark and Share
ARGOMENTI: intranet - intranet 20 - strategia

10.01.10

I dimenticati dell'Intranet

Front OfficeSono le persone che si interfacciano tutti i giorni con i clienti, quelli che devono rispondere a domande, risolvere problemi e che spesso si prendono le sfuriate dei clienti per questioni che non dipendono da loro.

Spesso non hanno le informazioni giuste nel momento giusto e forse ancora troppo spesso ci si affida a strumenti di "knowledge management" pesanti da aggiornare invece che alla condivisione orizzontale delle informazioni.

Forse l'Intranet potrebbe essere progettata anche per loro, come afferma Jane McConnell nel suo recente post Intranet 360 Checklist:

"The customer-facing people are frequently forgotten. Why are often neglected when it comes to the intranet? I believe it is because we still have the out-of-date view that intranets are for internal purposes. This is a limited view and needs to change. Business needs should be a major strategy driver for what we do on intranets."

Pubblicato da roberto cobianchi
Segnala questo post | Permalink | Commenti (0) | Bookmark and Share
ARGOMENTI: intranet - strategia

20.03.09

Chi crede nei domini .eu?

Primavera contortaVerrebbe da rispondere: la Germania! Dall'alto dei suoi 893.025 domini .eu registrati controlla la classifica senza timore di concorrenza. L'Olanda si colloca al secondo posto con 397.366, la Gran Bretagna al terzo con 368.702, poi la Francia, la Polonia e infine l'Italia con 154.034.

A settembre 2008 le registrazioni di domini .eu hanno raggiunto la quota di 2.920.387 e recentemente (l'11 gennaio 2009) hanno addirittura sfondato il muro dei 3 milioni, collocandosi al nono posto nella classifica dei domini di primo livello più usati (dove ovviamente stravince il .com).

Fantastico! ...oppure no? A cosa serve davvero il dominio .eu? Oltre al fatto che per pochi euro tanto vale averlo, quale altro beneficio porta?

Continua ...

Pubblicato da roberto cobianchi
Segnala questo post | Permalink | Commenti (0) | Bookmark and Share
ARGOMENTI: strategia

13.10.08

"Ripartire da loro"

Oggi non pioveE' il titolo di uno degli ultimi post di Giacomo Mason.

Premesso che concordo con tutto quello che ha scritto, il suo post mi dà modo di riprendere un vecchio articolo che pubblicai qualche anno fa proprio sulla centralità dell'utente nella progettazione intranet e che ora ritrovo attuale anche in altri contesti.

Continua ...

Pubblicato da roberto cobianchi
Segnala questo post | Permalink | Commenti (3) | Bookmark and Share
ARGOMENTI: intranet - strategia

25.08.08

Cellulari e web: confronto diretto

Incrocio di cielo Noi italiani siamo un popolo di amanti dei cellulari.

Da oltre 15 anni l'Italia è leader mondiale nell'adozione della telefonia mobile. Nel 2004 La Repubblica annunciava: "C'è chi ne ha anche quattro". L'ultimo rapporto Istat "L'uso dei media e del cellulare in Italia" (maggio 2008) rileva che il 93% degli italiani ha un cellulare in tasca, come l'80% dei bambini tra gli 11 e i 14 anni.

Beh, pare che di telefonini ce ne intendiamo parecchio. Mentre ci teniamo ancora alla larga dal web, e in particolare dai modelli di business legati a internet, e restiamo ben sotto la media europea di utilizzo.

Continua ...

Pubblicato da francesca fabbri
Segnala questo post | Permalink | Commenti (3) | Bookmark and Share
ARGOMENTI: strategia

10.07.08

Web Community: il rischio del successo

La stradaQuando un'organizzazione comincia a valutare il rischio di creare una web community o adottare un'intranet, la prima domanda che si pone è: avrà successo o sto buttando via i miei soldi?

La domanda è giusta e pertinente. Una possibile risposta viene da David Terrar e dal suo intervento all'International Forum on Enterprise 2.0 di Varese (25 giugno 2008).

Continua ...

Pubblicato da francesca fabbri
Segnala questo post | Permalink | Commenti (2) | Bookmark and Share
ARGOMENTI: intranet - strategia

07.07.08

Quanto è blu il tuo oceano?

Verso l'orizzonteE' ciò che si legge nella brochure predisposta dal Blue Ocean Strategy Institute come materiale promozionale dell'ormai famosissimo "Blue Ocean Strategy".

E noi, in quale oceano ci muoviamo? Annaspiamo nelle solite situazioni di inefficienza e inefficacia operativa, con i soliti strumenti inutili o fastidiosi, con i soliti preconcetti che "l'ambiente di lavoro è così"? Oppure vogliamo nuotare in uno spazio nel quale si inizia a lavorare insieme, nel quale la competizione è basata sulla qualità delle idee, dove anche il genio nascosto può determinare il futuro?

Continua ...

Pubblicato da roberto cobianchi
Segnala questo post | Permalink | Commenti (0) | Bookmark and Share
ARGOMENTI: cambiamento - enterprise 20 - intranet 20 - recensioni - strategia

03.07.08

Generazione Y: al lavoro!

Eye on London

Ultimamente si fa un gran parlare della Generazione Y, di cui fanno parte i bambini e gli adolescenti di oggi, ovvero gli adulti di domani. Si analizzano le loro caratteristiche sociali e gli aspetti comportamentali, alla ricerca di standard riconoscibili che ci facciano esclamare: "Sei della Generazione Y? Allora sei così, e sicuramente fai cosà".

Io sono fermamente contraria alle generalizzazioni, ma resta il fatto che dare un nome alle cose aiuta a mettere a fuoco un concetto e a comprendere di cosa stiamo parlando.

Continua ...

Pubblicato da francesca fabbri
Segnala questo post | Permalink | Commenti (0) | Bookmark and Share
ARGOMENTI: strategia

04.09.06

Intranet: una rete per la competitivita'

Il modo di lavorare negli ultimi anni e' cambiato radicalmente e parte di questo cambiamento e' dovuto alla diffusione del web e all'utilizzo delle tecnologie internet nelle aziende.
Nel prossimo futuro le Intranet determineranno cambiamenti ancora piu' sostanziali, e chi vi investira' potra' ottenere benefici su piu' fronti: la soddisfazione delle persone, il miglioramento del servizio al cliente, il miglioramento dei risultati economici.
In quale modo cio' accadra' dipende dal tipo di organizzazione e dall'investimento.

scarica l'articolo

Archiviato su

Pubblicato da roberto cobianchi
Segnala questo post | Permalink | Commenti (0) | Bookmark and Share
ARGOMENTI: ROI - benefici - cambiamento - collaborazione - intranet - strategia

22.04.06

La virtual enterprise

L'adozione di soluzioni per la "virtual enterprise" portera' riduzione di costi e incremento dei ricavi. E' quanto emerge dalla recente ricerca "Virtual Enterprise 2006" commissionata da Nortel and the Communications Management Association.
Si conferma l'importanza strategica della intranet aziendale.

Continua ...

Pubblicato da roberto cobianchi
Segnala questo post | Permalink | Commenti (0) | Bookmark and Share
ARGOMENTI: cambiamento - intranet - organizzazione - strategia